Acconciature anti-crespo: idee e consigli

Il “crespo” è uno dei problemi che le donne che hanno i capelli ricci finiscono con lo sperimentare diverse volte nella propria vita. Per alcune si tratta di un problema “momentaneo”, magari legato alle condizioni climatiche e ambientali. Per altre si tratta invece di un elemento con il quale si finisce con il far confidenza in maniera continuativa.

A volte vengono in salone clienti che ci chiedono di acconciarle per un grande evento e mettono alla prova la nostra capacità di acconciatori giacché questo tipo di capello è abbastanza complesso. Dunque, vi suggeriamo delle acconciature anti-crespo ad ok per farle uscire dal vostro salone soddisfatte e sorridenti.

Ponytail:

che si usava negli anni ’90, con le lunghezze volumizzate e “aperte” sulla nuca. Ben venga, allora, un leggero effetto crespo per enfatizzare il risultato.

acconciature-capelli-cespi-pony-tail

Chignon:

pas4se-partout per ogni occasione, lo chignon non delude mai, neanche con questo tipo di capello. Oltre a lasciar sfuggire le punte dal topknot, e qualche ciocca vicino alle orecchie, si può enfatizzare l’alone di crespo strofinando la sezione frontale con le mani. Perfetto se accostato ad un outfit ricercato. Si può anche cercare di sfruttare la caratteristica di questo tipo di capello: si pensi a uno chignon in stile nido d’ape, che necessita di un volume che grazie all’effetto crespo potrà essere raggiunto più agevolmente.

acconciature-capelli-crespi-chignon
acconciature-capelli-crespi-messy-chignon

Raccolto con ciocche libere:

in linea con le mode del momento, meglio non eccedere con i look rigidi e strutturati. Si può scegliere un raccolto morbido e lasciare qualche ciuffetto ribelle per rendere il look più sexy e naturale. Se i capelli sono lunghi si può optare per un raccolto molto alto, oppure li si può fermare indietro con qualche forcina se sono medi o corti.

acconciature-capelli-crespi-raccolto-morbido

Capelli sciolti:

in questo caso ci si può ispirare alle dive degli anni ’40. Si può realizzare una riga molto laterale, per convogliare gli sforzi solo sulle ciocche frontali, applicando un siero anti-frizz e fermandole con un accessorio luccicante. E il resto della chioma? – vi starete domandando – Completamente libera!

acconciature-capelli-crespi-sciolti

Mille e una treccia:

tipica acconciatura del giorno dopo, la treccia è utile anche per “mimetizzare” i capelli crespi, perchè qualche ciocca che esce dall’intreccio rende il look più bello e naturale.
Con le trecce potete divertirvi come volete e crearne davvero di tantissimi tipi. A spina di pesce, a corona, in stile “alloro” con coda di cavallo finale, diagonale con chignon basso, laterali con doppio scivolo orizzontale, e molte altre che la fantasia vi suggerisce!

acconciature-capelli-crespi-treccia-diagonale-con-chignon-basso

acconciature-capelli-crespi-treccia-e-coda

Qualche regola da tenere sempre a mente

Cominciamo con la prima regola, da imparare a memoria: mai pettinare i capelli crespi quando sono completamente asciutti. Meglio invece evitare che il riccio crespo possa prendere corpo giocando con un pò di anticipo. Iniziate a prendervi la dovuta cura dei capelli crespi quando questi sono sotto il getto dell’acqua calda (ma non bollente!), utilizzando un pettine che possa districare i boccoli.

acconciature-capelli-crespi-capelli-sciolti-con-trecce

Poi, una volta applicato lo shampoo, imponete alla vostra chioma un bel balsamo o una maschera idratante. Con un pettine a denti larghi, in legno o in ceramica, procedete a districare con delicatezza i nodi, che tra un lavaggio e l’altro si saranno certamente formati. Potete utilizzare le dita delle mani per quelli più grossi ed evidenti, ma il nostro consiglio è comunque quello di acquistare un robusto pettine di legno, con i denti abbastanza larghi.

Piccoli suggerimenti: per questo tipo di capello possono risultare utili alcune piccole accortezze, come una spuntatina ogni 2-3 mesi per eliminare le doppie punte (tra le cause principali del crespo), e l’uso delle nuove piastre al vapore.