Capelli neri: tintura, cura e consigli

Chi l’ha detto che i capelli neri sono una prerogativa delle carnagioni più scure? I capelli neri vengono sfoggiati tanto da chi ha un incarnato porcellana quanto da chi ha una pelle ambrata. In ogni caso, i capelli neri regalano carattere e sensualità a chi li porta, cesellano i lineamenti del viso, esaltano lo sguardo ed esprimono la femminilità più profonda di ogni donna.

Il nero, quale che sia la sua sfumatura, esalta i tratti del viso e dona un’aura di fascino e anche di mistero. A patto però che il colore venga mantenuto brillante, lucido e intenso e i capelli siano idratati bene. Di seguito dunque troverete una breve guida per orientarsi nel mondo del corvino.

Innanzi tutto, vediamo a chi stanno bene i capelli neri e sfatiamo alcuni miti. Si dice che per natura, i capelli neri siano prerogativa delle carnagioni che vanno dall’ambrato all’olivastro. E invece no! Anche le pelli più chiare possono tranquillamente sfoggiare un bel corvino ma ovviamente dipende dall’effetto che volete ottenere: i capelli neri hanno il dono di risaltare tanto gli occhi quanto la carnagione, quindi, se avete una carnagione scura, sarà risaltata nelle sue tonalità ambrate, mentre chi ha una carnagione chiara, sembrerà ancora più luminosa.

Perché si dice che questo colore sta meglio alle more? Se non siete corvino naturale, dovete mettere in conto che essendo il nero un colore molto netto, crea un forte stacco con il colore naturale richiedendo dunque un ritocco frequente della ricrescita. Pertanto le basi ideali sono quelle scure o castane a differenza di quelle più chiare che dovranno passare attraverso diverse fasi prima di ottenere un nero profondo.

Ad ogni modo, il nero è un colore tutt’altro che piatto e si adatta tanto a visi dai tratti squadrati (pensate a Dita Von Teese e Angelina Jolie) quanto a quelli ovali (pensate a Monica Bellucci e Kim Kardashian), quanto a quelli più delicati e tondi (pensate a Audrey Tautou e Ginnifer Goodwin). Essendo un colore piuttosto forte, il nero darà il meglio di sé se abbinato a colori altrettanto forti col make-up e abbigliamento.

Vediamo ora come prendersi cura dei capelli neri

I capelli neri hanno una struttura diversa rispetto a quella di tutti gli altri: sono tendenzialmente secchi e più predisposti alla rottura. Per avere capelli belli e forti, quindi, è particolarmente importante avere uno stile di vita sano: seguire la dieta giusta per idratare i capelli, massaggiare spesso il cuoio capelluto con oli naturali per stimolare la circolazione e idratare i capelli, evitare di fare lo shampoo ogni giorno per non seccarli, ma mai dimenticare il balsamo. A tal riguardo spenderemo un altro paio di righi.
I punti di forza dei capelli neri sono senza dubbio l’intensità del colore e la lucentezza.

Due prerogative da conservare ed esaltare con shampoo e balsamo dedicati, che grazie al contenuto (per esempio aloe, malva e tè nero) porta alla luce toni freddi e intensi nelle tonalità scure naturali e tinte e contrasta la presenza di toni rossi e ottone. Tuttavia i prodotti specifici da soli non bastano: per capelli dal colore pieno e splendenti il beauty tip consiste nell’effettuare l’ultimo risciacquo con acqua fredda. In questo modo infatti le cuticole sul fusto si chiudono, trattenendo l’umidità e regalando alla chioma un’intensità e una lucentezza uniche.
Ricordiamo inoltre che il pigmento dei capelli neri, l’eumelanina, è sensibile al calore: per evitare che sbiadisca, dunque, è necessario proteggerlo sia dai raggi UV che da asciugature troppo aggressive con phon e piastra, anche causa di secchezza e, in ultima istanza, di chiome spente e opache.

Come ottenere i capelli neri?

Cambiare look passando al nero richiede meno tempo rispetto al biondo, perché si salta il passaggio della decolorazione, e quindi risulta anche meno aggressivo per i capelli. Non ci sono controindicazioni particolari per tingere i capelli di nero ma, come già accennato, le basi castane sono quelle ideali.

Le basi chiare, invece, avranno bisogno di passare attraverso diverse tappe prima di riuscire a ottenere un nero profondo. Per questo è consigliabile provare una colorazione temporanea prima di procedere a quella permanente.

Chi desidera capelli corvini ma non vuole ricorrere a colorazioni chimiche, può scegliere di utilizzare l’henné nero, che oltre a donare un riflesso intenso e naturale si prende cura delle chiome, lasciandole morbide e lucenti. Consigliate anche le tinte senza ammoniaca, con sostanze naturali come l’olio di Argan e di Macadamia, che valorizzano la brillantezza e l’intensità del colore.

In ogni caso, il fai da te è sconsigliato.

Per mantenere brillante il colore su tutta la lunghezza, invece, sono ideali shampoo leggermente coloranti e creme riflessanti, una maschera che in un solo gesto rinnova la nuance e nutre la chioma.