Capelli uomo: gli hairstyle dal Pitti e dalla London Fashion Week

L’inverno sta arrivando, ma il 2017 non è ancora concluso e possiamo ancora dare consigli sui trend delle passerelle e red carpet. Oggi ci soffermeremo sui tagli da uomo e, in particolare, sugli hairstyle consigliati dal Pitti Uomo di Firenze e dalla London Fashion Week.

IL COLORE

Il biondo, il castano e i colori pastello

A Londra, va scelto il biondo, in particolare nella tonalità più forte, ossigenata o biondo platino anche per lui. Seguendo il trend dei look genederless, anche per quanto riguarda la moda dei capelli non c’è più distinzione e anche per l’uomo come per la moda femminile s’impone il colore di capelli pastello, uno su tutti: il celeste.

Se le sfilate londinesi hanno proposto i colori pastello anche per lui, al Pitti i colori più visti sulle passerelle sono stati il biondo, naturale o tinto, e il castano. In entrambi i casi il colore non vuole sfumature, deve essere pieno e luminoso.

IL TAGLIO

Taglio: dalla taglia XS alla taglia XXL

Le passerelle portano innovazione ma qualche volta restano anche fedeli al classico. In questo caso parliamo dei capelli rasati, un grande classico maschile d’ispirazione militare che non tramonta mai, nemmeno se, smessi i panni mimetici, si indossa giacca e cravatta.

Se da un lato i capelli corti per l’uomo restano un taglio sempre pratico, dall’altra si osano chiome meno pratiche ma maxi: vaporose come capigliature afro oppure lunghe e lisce. Sì anche alla barba, un po’ sfatta, purché segua il proprio stile.

Fronte coperta con ciuffo o frangia

Uno dei punti di congiunzioni tra le due sfilate, è la frangia o ciuffo. I capelli si portano corti dietro ma lunghi avanti con ciuffi di ogni tipo: mossi e spettinati oppure lavorati con il gel e fissati sulla fronte come negli anni ’50. La frangia può essere corta o lunga, in modo da ricordare anche i capelloni degli anni ’60 e ’70. L’importante è avere la fronte coperta. Per l’uomo classico, ma dandy, il ciuffo è l’alternativa migliore.

ACCONCIATURA

L’effetto bagnato

D’estate, l’effetto bagnato è un must anche per l’uomo per la sua facilità di realizzazione, comodità e praticità. E il wet look maschile è un hairstyle da realizzare in due modi: con tanto gel e pettinati all’indietro oppure, con poco gel per dare forma alla frangia sfilata e lavorata ciocca a ciocca.

I cappelli

Che siano larghi, da cowboy o da baseball, i cappelli sono da sempre l’accessorio che accompagna l’uomo. Per il prossimo anno tornano alla ribalta e, invece di sceglierne uno solo per un unico stile, meglio farne scorta nell’armadio.