Le extension rovinano i capelli?

Oggi affrontiamo un argomento di cui se ne sono dette di tutti i colori. Le extension. Quale donna non ha mai pensato, anche solo una volta, di usarle per infoltire la propria chioma oppure per allungare i propri capelli corti prima di una serata importante?
Non è una novità che siano desiderate e diffuse tuttavia in queste occasioni, prima di recarci dal parrucchiere, una delle domande ricorrenti è: ma le extension rovinano i capelli? Se lo chiedono (e ce lo chiedono) molte donne, prima di decidere di allungare i propri capelli per la prima volta. Dedichiamo questo articolo a loro, sperando di chiarire qualche dubbio.

Innanzi tutto la posa delle extension si basa su quattro tecniche di fissaggio principali:

  • Fissaggio di extesion con cheratina calda o fredda al cuoio capelluto:
    per far acquistare in lunghezza, ma anche in volume, il parrucchiere fissa (a caldo o a freddo con ultrasuoni) una ciocca di extension formata da diversi capelli (naturali o sintetici) con un prodotto simile alla “colla”, la cheratina, a una ciocca dei propri capelli naturali.  Durano dai tre ai sei mesi.
  • Fissaggio per tessitura: in questo caso, non vengono applicate ciocche, ma strisce di capelli. Per montarle, il parrucchiere comincia con il fare una treccia incollata attorno alla testa. Successivamente, “cuce” o intesse la striscia di capelli (sempre naturali o sintetici) su questa treccia attaccata allo scopo di creare una “tendina” di capelli.
  • Fissaggio con clip: come per le tecniche precedenti, queste extension sono montate a “tendina” con l’aiuto di piccoli fermagli detti “clip”. Ma in questo caso, il parrucchiere sei tu o le tue amiche! Ti basta prendere una ciocca di capelli e inserire una clip sulle tue extension.
  • Fissaggio con treccine (detto africano): questa tecnica permette di fissare le extension, intrecciandole semplicemente ai capelli naturali. Questo metodo seduce sempre più giovani europee, anche se i capelli afro sono stati adotatti da tempo.
  • Fissaggio con anelli: chiamate anche micro ring, queste extension vengono applicate attraverso piccoli anellini alla base del capello. Durano circa un mese, infatti con la crescita dei capelli l’anellino scende. Se dopo un mese si desidera avere ancora le extension basta aprire gli anellini e “riportarli” alla radice, utilizzando sempre le stesse ciocche di capelli.

Ed ora: le extension rovinano i capelli?
Come nel caso di altri trattamenti cosmetici, la risposta non è univoca e ci sono numerose variabili da prendere in considerazione.

  1. In primo luogo occorre considerare la consistenza dei propri capelli. Applicare le extension su capelli troppo fini o sottili è, infatti, un’operazione complicata in cui si rischia di realizzare un’applicazione non corretta. Per questo motivo alcuni parrucchieri consigliano alle proprie clienti di non effettuare le extension quando la fibra capillare è troppo debole e compromessa.
  2. Il primo tipo di applicazione (detta “a caldo”) è quello più duraturo ma è anche la tecnica che rischia maggiormente di danneggiare la nostra chioma. Un’applicazione della colla effettuata in modo scorretto, infatti, potrebbe compromettere la resistenza della fibra capillare danneggiando la struttura stessa del capello.
  3. La marca di extension gioca un ruolo rilevante: le extension migliori sono quelle in capello vero Remy con cuticole. I capelli veri, oltre ad essere più belli esteticamente, corrono meno il rischio di aggrovigliarsi durante il lavaggio ed evitano anche al tuo capello di rovinarsi o creare nodi. Anche la cheratina o l’adesivo utilizzati per il fissaggio devono essere di buona qualità.
  4. Altro aspetto che occorre valutare è la competenza del parrucchiere a cui decidiamo di rivolgerci. E’ indispensabile recarsi da professionisti con esperienza che siano in grado di stabilire a priori se i nostri capelli sono davvero in grado di sopportare le extension. Ci sono numerosi saloni di parrucchieri che propongono fissaggi di extension a prezzi sempre più bassi, lungi dall’essere eseguiti a regola d’arte. Invece, nessun parrucchiere può improvvisarsi esperto nel fissaggio di extension, ma è una tecnica che richiede grande abilità e serietà. Per esempio, un professionista deve sapere che il fissaggio di extension sui capelli afro è più delicato che per gli altri tipi di capelli poiché sono spesso stirati e il punto di fissaggio della ciocca di extension non resiste quando il capello riprende la sua forma originale; oppure che per quanto riguarda la tecnica di tessitura orizzontale, il rischio è la mancanza di irrorazione del cuoio capelluto, che rimane soffocato sotto la treccia. L’effetto “pentola a pressione” secca e indebolisce i capelli al punto da limitarne la ricrescita. Inoltre, le extension mettono in trazione il capello nel punto di attacco, per questo bisogna fissarle correttamente, altrimenti i capelli esistenti subiscono una pressione eccessiva e finiscono per spezzarsi o indebolirsi. Se le aggiunte sono state fissate da un professionista, possono essere mantenute senza problemi per un periodo di 4/6 mesi. Ma attenzione: se si aspetta troppo a lungo prima di toglierle, i capelli rischiano di ingarbugliarsi!
  5. Fare regolare manutenzione. Il mantenimento delle extension comprende sia alcune semplici regole da seguire a casa, sia un controllo periodico dal parrucchiere. A casa, evita di lavarti i capelli a testa in giù, applica periodicamente maschere ristrutturanti ed usa solo shampoo e balsamo specifici (più idratanti degli altri prodotti, per nutrire le extension che non ricevono sostentamento dal cuoio capelluto come i capelli normali). Dal parrucchiere, meglio eseguire una manutenzione periodica una volta al mese, per “ripulire” le ciocche dai tuoi capelli che normalmente cadono e che rimangono impigliati nel punto di attacco, creando un groviglio. Con questi accorgimenti sarà possibile mantenere le extension in buono stato fino a 6 mesi. Quando sarà il momento di toglierle, è indispensabile rivolgersi a professionisti che toglieranno la cheratina o l’adesivo con dei remover professionali. Non toglierle MAI da sola a casa: rischi di strappare via non solo le extension, ma anche i tuoi capelli.

Come sempre il troppo non è consigliabile e un’applicazione di extension troppo prolungata potrebbe essere comunque aggressiva per i nostri capelli. Dunque i suggerimenti sono: le extension usatele occasionalmente e soprattutto molto morbide, affidatevi a professionisti dai quali dovete farvi dire, prima di cominciare, se il vostro capello è abbastanza forte per usarle o se necessita una cura preventiva.